X EDIZIONE DEL PREMIO DI POESIA DEL LYONS CLUB SULMONA

Il LIONS CLUB di Sulmona anche quest’anno ha organizzato i concorsi “ Una poesia per la pace”,   e “ Un poster per la pace” ,   rivolti  ai ragazzi delle scuole secondarie del territorio.

Come consuetudine,  il nostro Istituto ha aderito alla proposta, ed ha inviato numerosi elaborati grafico-pittorici e testi poetici.

E’ con grande orgoglio che annunciamo la vittoria degli alunni  della Scuola secondaria di primo grado “Ovidio” che si sono classificati nelle prime posizioni, sia nella sezione grafico-pittorica che in quella poetica-letteraria.

Hanno vinto il primo premio per la sezione grafico-pittorica gli alunni D’Alesio Lorenzo  primo classificato della classe 3^C ; Conti Giulia seconda classificata della  classe 3^ A e Tesone Aurora terza classificata della classe 1^D.

Hanno vinto il primo premio per la sezione poetica gli alunni della classe 2^ A: Antonangeli Giorgia, Rozzi Eleonora, Valeri Valentina, con la poesia “ Per un bambino di Aleppo”;  secondi classificati: Romice Leonardo, Shala Albina,  Spinelli Davide e  Valeri Valentina con la poesia  “La Pace nella natura”; terzo classificato Marinucci Pietro della classe 1^D con la poesia  “Dove sei Pace”

Pubblichiamo di seguito i testi delle poesie vincitrici.

 

Per un bambino di Aleppo

O bambino di Aleppo,

dimmi…sogni ancora?

Le tue notti insonni,

sono ancora popolate dalle corse verso i rifugi

e dai fischi delle bombe?

Oh bambino di Aleppo,

dimmi… il tuo viso è

ancora bagnato da lacrime

di dolore e sofferenza?

Oh bambino di Aleppo,

di guerra tu sei stanco,

di morti e di sangue,

della tua fame e dei tuoi sogni rubati

della tua vita, che vorresti cambiare.

Oh bambino di Aleppo,

non disperare,un giorno, non molto lontano

riavrai i colori luminosi dei tuoi occhi,

un pensiero libero,

un prato fiorito,

un cielo aperto e

un mare limpido…

vedrai il mondo con occhi diversi,

vedrai il verde dei prati,

l’azzurro del cielo e

il giallo del sole,

il mondo si colorerà di nuovo.

Oh bambino di Aleppo

ascoltami…

la pace verrà e sarà il frutto

più vero dell’unità,

dell’armonia tra i popoli.

Ti siederai e dipingerai la vita

che tanto desideravi.

 

La pace nella natura

Se io fossi aria

soffierei vento di pace

su tutti i paesi del mondo.

Se io fossi acqua

laverei le ferite

della guerra e delle ingiustizie

dei prepotenti.

Se io fossi fuoco

brucerei le armi

e la crudeltà  degli uomini.

Se io fossi terra

pianterei l’albero della vita

in ogni paese del mondo.

 

Se io fossi onnipotente

farei di questo mondo

un mondo migliore,

                                                             la guerra scomparirebbe e

la pace regnerebbe.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.